Aug. 20, 2018

La Rivolta Delle Gladiatrici Download Completo Di Film In Italiano


La Rivolta Delle Gladiatrici


La Rivolta Delle Gladiatrici Download Completo Di Film In Italiano

La Rivolta Delle Gladiatrici

Questo è chiamato le prime donne nel film di prigione mai realizzate, quindi solo per quello solo è un motivo per guardarlo per vedere dove tutto è iniziato. Ma per i geek del genere horror c'è dell'altro. E 'stata una coproduzione tra gli Stati Uniti e Italie e ha dimostrato. Roger Corman era produttore. La fotografia è stata fatta da Joe D'amato e il montaggio è stato affidato a Joe Dante. Tutti loro diventano famosi per i loro gesti. E se guardi gli attori, aveva Pam Grier che usciva da Coffy (1973).

Con tutti quei nomi famosi avrebbe dovuto essere un film fantastico, ma è tutto fatto prima dei loro giorni e mostra anche se ha qualche potenziale. La storia è semplice ma credibile e, naturalmente, a causa di un catfight in cucina, è deciso che tutte le donne schiave diventino gladiatori. Essendo stati violentati e umiliati dai Romani, tutti loro lavorano insieme per distruggere i Romani.

Non aspettarti grandi effetti, non ce ne sono, e quando l'accoltellamento avviene è tutto fuori dalla videocamera. Essendo un film di exploitation, ha anche un po 'di nudità completamente frontale dagli schiavi. Era così tipico allora in quegli anni perché il porno era la cosa più importante, quindi la nudità era un must nella maggior parte dei film realizzati all'inizio degli anni settanta per competere con il mondo del porno.

L'orologio in meno di 90 minuti lo rende guardabile. E mostra l'uso del tipico zoom su facce o azioni viste negli spaghetti western fatti allora e negli orrori italiani.

Se non ti piacciono i film di WIP, dimenticalo, ma se vuoi vedere l'inizio di alcuni famosi registi e produttori di horror, devi raccoglierlo. Non è un buon film come ho scritto in precedenza, ma un perfetto esempio di sfruttamento dei primi anni settanta.

Gore 0/5 Nudity 1,5 / 5 Effetti 0/5 Storia 2/5 Commedia 0/5 Non c'è niente di meglio che vedere le attrici blaxploitation sdentate oltre le loro carriere con queste pepite scintillanti di bile come questo. Da allora è passata a cose più grandi e migliori, ma questo film è notevolmente assente dal suo curriculum .. Hmmm ... Mi chiedo perché? Questo è solo un altro t & amp; s un film con alcuni stupidi combattimenti di gatti e personaggi dimenticabili. Tranne forse il Priscium, un pretendente romano drag queen dipinto magistralmente da Sid Lawrence. E un tipo grosso e peloso calvo che mi ricordava Tor Johnson, uno dei vecchi fantasmi di Ed Wood. Se devi assolutamente sapere di cosa tratta questa spazzatura, ti illuminerò. I soldati romani reclutano & quot; bello & quot; (leggi: le reclute della lavanderia a gettoni) le donne sono schiave d'amore per i funzionari del governo edonista. Quando due delle ragazze, Pam Grier e una ragazza bionda, iniziano una lotta per il cibo particolarmente brutale, quei romani sempre furbi escogitano un nuovo piano per intrattenere i prole: faremo combattere queste ragazze! Quindi, li fanno diventare gladiatori. Avrei pensato che Pam Grier avrebbe usato questo film per mostrare le sue fantastiche abilità whupa $$, ma ... non l'ha fatto. Era sorprendentemente sottotono, in realtà. Soprattutto per essere una donna guerriera nubiana. Ad ogni modo, dopo varie noiose battaglie, non salvate nemmeno da una copiosa quantità di carne che si muove, i gladiatori delle ragazze iniziano una rivolta e rovesciano il governo, permettendo a Pam Grier e alla ragazza bionda di sfuggire.

Se stai cercando brutti film, questo è semplicemente nella media. Ci sono così tanti migliori là fuori, ma è bello vedere di nuovo Pam Grier. Scommetto che guarda indietro su questo come un traguardo raggiunto. La versione drive-in di $ 1.98 di Roger Corman, dura, avvincente, abilmente eseguita proto-femminista di "Spartacus" & quot; una prima produzione di New World Pictures che riunisce il dinamico duo di conocchia di Pam Grier e Margaret Markov, che in precedenza formavano una chimica di ratto-a-tat-tat scintillante e altamente carica insieme nell'eccellente filippino di Eddie Romero & quot; The Defiant Ones & quot; variante "Black Mama, White Mama. & quot; Roma antica, Italty: alla disperata ricerca di un po 'di varietà e annoiato dalla tua mano normale a mano combattimento gladiatorio, i ricchi, pigri, decadenti e ricchi di un assortimento culturalmente vario di schiavi decidono di lasciare che le loro abusate servitrici si impegnino in un vizioso vincitore per battaglia per la morte combattimenti di gladiatori.Le donne combattenti, che includono il coraggioso Mamawi (l'unico e solo Pam Grier, in un tipico modo di combattimento fisico e anticonformista), la compassionevole Bodicia (bellissima bionda dai capelli blu non celebrata, Margaret Markov), e il violento Diedre (adorabile Cupcake Redhead Lucretia Love), comprensibilmente disgustato dal disgustoso, ignobile, disumanizzante trattamento che ricevono dai loro odiosi oppressori, inscenano una violenta, avvincente rivolta climatica in cui uomini e donne combattono selvaggiamente per la loro libertà.

Ably diretto da Steve Carver (che ha anche diretto l'insuccesso del tappo della Depressione-epoca Big Bad Mama & quot; per Corman), con un ritmo veloce, un montaggio scattante, un'atmosfera pungente e convincente del periodo, una trama serrata che tuona lungo con una tremenda spinta e una bella partitura di Francesco De Masi, & quot; The Arena & quot; rende davvero il taglio il top of the line high concept 70's sfruttando il cinema nel modo più bizzarro e ispirato. La sceneggiatura solida e insolitamente intelligente di John William e Joyce Carol Corrington (che in precedenza ha scritto il funky film di fantascienza / azione di fine mondo & quot; The Omega Man & quot;) pone una domanda morale estremamente provocatoria e provocatoria: vorresti uccidere volontariamente un'altra persona per rimanere in vita? E quanti abusi ti sopporterebbero prima di decidere finalmente che è abbastanza? Inoltre, la coppia formidabile di B-movie di Pam e Margaret crea eroine forti, intelligenti e simpatiche il cui desiderio di indipendenza è al tempo stesso ammirevole e persino ispiratore. Sara Bey, un'affascinante attrice mora che è ricordata più affettuosamente come il personaggio pervertito titolare di "Lady Frankenstein" & quot; fa per una pienezza eminentemente odiosa come la ricca, arrogante, arrogante e ricca ragazza Cordelia. Le scene di combattimento gladiatorio cucinano seriamente: sono brutali, sudate e sanguinolente, il tipo di splendide spade giù e spietato e le asce da battaglia sono combattimenti oscillanti che sono piuttosto eccitanti in un modo ferocemente viscerale, kick-you-in-the- in un certo senso (in particolare Pam brandisce un tridente medio). Una vera stranezza dalla Gloriosa Golden Era della Grindhouse, & quot; The Arena & quot; riesce parzialmente sulla base della sua pura stranezza da solo e in gran parte perché è semplicemente un ottimo lavoro consumato da professionista. Una rara collaborazione tra esponenti dello sfruttamento americano e italiano e anche il risultato non è poi così male: il regista Carver, il produttore esecutivo Roger Corman, il produttore Mark Damon, l'editore Joe Dante (mi chiedo se questi ultimi 2 ricordassero di esserlo al Film di Venezia del 2004 Festival in cui li ho visti entrambi alla proiezione di THE HUNDRED HORSEMEN (1964)! Di Vittorio Cottafavi e a fianco di Pam Grier, e al direttore della fotografia Joe D'Amato, al compositore Francesco De Masi e agli attori secondari Paul Muller e Rosalba Neri l'altro. Il film fornisce una novità al sottogenere dei gladiatori romani - che aveva visto il servizio in molti uno spettacolo italiano e hollywoodiano durante l'età dell'oro di tali piatti, e sarebbe naturalmente stato riproposto con il GLADIATOR (2000) girato a Malta - presentandoci donne combattenti: a tale riguardo, ricorda la contemporanea "Donne amazzoniche" di flicks (e le ragazze qui sono addirittura affrontate come tali a un certo punto!) anch'esse provenienti dall'Italia.

La trama inizia con un numero di loro (tra cui la bionda statuaria Margaret Markov e la buxomy black Grier - la due erano già apparsi insieme in BLACK MAMA, WHITE MAMA {1973, che anch'io posseggo ma non ho ancora visto} e, per la cronaca, il primo avrebbe sposato Damon e si sarebbe ritirato dalla recitazione non molto tempo dopo!) da diverse tribù separatamente catturati e venduti come schiavi a lavorare per i romani nell'arena, sotto la supervisione di Neri. Muller, quindi, è un politico che, come se stesse prendendo una foglia da uno qualsiasi dei film di Jess Franco in cui era apparso, violentava Markov di fronte ai suoi pari come dimostrazione del suo potere! Come si addice al suo pedigree, il film è pieno di violenza e nudità da muro a muro (in gran parte gratuito) ma anche di altri ingredienti potenzialmente insipidi - ma chi può fare carpe quando tutto è chiaramente fatto in divertimento? - come la presenza di un sorvegliante femminuccia.

In un primo momento, le ragazze sono fatte per offrire conforto ai combattenti maschi la notte prima che questi ultimi siano "in procinto di morire"; - ma, quando irrompono in un vero e proprio combattimento in cucina, l'agitato organizzatore degli scontri vede improvvisamente un raggio di luce per iniettare sangue nuovo (nessun gioco di parole) nella formula consumata! Presto, le donne (una delle quali, seccantemente, viene mostrata perennemente ubriaca) cominciano a rendersi conto che un giorno potrebbero dover uccidersi a vicenda: Grier è il primo a dover fare questa scelta difficile ma solo dopo che la sua esitazione provoca un arciere sparare a una freccia e ferirla (il risultato di lei non è conforme con i pollici dei frequentatori dell'arena) !; la vittima sembra essere l'interesse amoroso del loro allenatore, un sosia di Tor Johnson (!) che cambia le lealtà e decide di aiutare le ragazze a fuggire.Alla fine, questi ultimi prendono il controllo dell'arena ed esigono una terribile vendetta sui loro rapitori (ma anche uno di loro che si è ingraziato con il "nemico"); quando le milizie romane si mettono all'inseguimento, essi (o meglio i due protagonisti da quando in modo prevedibile emergono come gli unici sopravvissuti) fuggono attraverso le caverne alla sicurezza del mare. Il film, essenzialmente una variazione dei film di donne in prigione che erano molto popolari in questo periodo permissivo, è stato in realtà rifatto dal regista russo Timur (NIGHT / DAY WATCH) Bekmambetov nel 2001! Vorrei che ci fossero più attrici là fuori come Pam Grier. Un viso molto carino, un corpo meraviglioso, un'atteggiamento duro e una recitazione sorprendentemente matura per una donna che era, quando questa "Arena" quotava è stato realizzato, a soli 24 anni. E Margaret Markov, la sua coprotagonista qui, non è molto indietro in nessuna di queste categorie. La più grande virtù di questo film sono quei due personaggi - forti, ben definiti, agiti con convinzione. Altri hanno confrontato la & quot; Arena & quot; con i gesti rapidi WIP di Roger Corman, ma il trattamento dei soggetti qui è molto più riflessivo e non strumentale. Per quanto riguarda le scene di combattimento reali, considerando che la maggior parte di queste donne probabilmente non aveva mai toccato una spada prima nelle loro vite, hanno fatto un buon lavoro. Peccato che il DVD sia a schermo intero, il che danneggia gravemente le composizioni. (** 1/2) Two thousand years ago, the people of Rome are so blasée, so used to violence, that entertaining them becomes a political problem. Someone suggests, after a hectic girl fight in a kitchen between a N 3a43a2fb81

Betaaj Badshah film completo in italiano download gratuito hd 720p
Mister miliardo full movie download in italian hd
download full movie Il commissario Torrente - Il braccio idiota della legge in italian
Tremors 5: Bloodlines download di film mp4
La mummia movie download in mp4
The Highwayman download
the Pretty Guardian Sailor Moon italian dubbed free download
Dulhan Chahi Pakistan Se 2 720p
Frontiers - Ai confini dell'inferno download
- full movie hd download